ACCADEMIA DELLA MUSICA.jpg

ACCADEMIA DELLA MUSICA

L'accademia della musica nasce dalla necessità di identificare la cultura come elemento fondamentale della vita di tutti.  Ogni persona ha bisogno di mangiare, di dormire  perchè sono attività fisiologiche.  Attraverso l'Accademia della Musica, la cultura diviene elemento fisiologico.

L'Accademia della Musica si prefigge l'obiettivo di trasformare la Cultura in un elemento di pubblica fruizione, diviene il “quotidiano” , che contribuisce alla formazione di un corpo sano. Mens sana in copore sano.

 maestro ida decenvirale

Da molti anni si occupa della preparazione vocale di attori televisivi e teatrali e di cantanti lirici, pop e musicali. Suoi allievi hanno partecipato a diverse rassegne nazionali tra cui "Amici" di Maria De Filippi, "Giulietta e Romeo" di Riccardo Cocciante, "Vi lascio una canzone" di Antonella Clerici e "Io Canto" di Roberto Cenci. Coach vocale di Moses, Enzo Iacchetti, Simona Samarelli. Ha partecipato e collaborato a manifestazioni concertistiche internazionali a Los Angeles e con il M° Vessicchio. Collabora con le "OFFICINE MUSICALI" di Lecce: accademia musicale diretta da Danilo Tasco, batterista dei Negramaro. ARGOMENTI GENERALI DEL CORSO: Teatro Canzone, Chanson Francaise, Kurt Weill, Operetta, Pop MAGGIORI INFORMAZIONI ARGOMENTI DEL CORSO - Le tecniche di respirazione russa della Prof.ssa Ekaterina Koltcheva: semplici, facili e sicure. - L'emissione del suono. Come sfruttare la camera di risonanza del “corpo umano” e non la forza o lo “sforzo”, per infondere potenza alla voce. - Il fraseggio della tradizione del bel canto italiano, la tradizione. - Come "abbellire" il proprio colore e timbro vocale, senza esercitare pressioni dannose sulla "gola" - L'articolazione facile e chiara di ogni suono. - Lo studio "Total Body" per l'utilizzo dei vantaggi determinati dall'uso costante dei muscoli addominali.

- Si procede quindi con l'applicazione di questo lavoro tecnico al repertorio lirico, soffermandosi anche sul recitativo e sulle sfumature del canto recitativo e della musica da camera, con il grande Maestro Franco Mezzena anche docente di musica da camera. - Essere in grado di creare un equilibrio tra "orecchio interno" e "orecchio esterno". - Percepire la differenza tra suoni "belli" e "brutti", quindi creare una memoria storico-musicale che crei un "gusto" personale per aiutare il cantante e l'attore a riconoscere la bellezza di una corretta produzione vocale. - Public speaking, la tecnica diaframmatica "dotata" di perfetta dizione che permette di parlare in pubblico, utilizzando variazioni timbriche adeguate al contesto e agli argomenti trattati. - Attuazione tra "intenzione e voce", come trasmettere i propri pensieri attraverso un tono di voce appropriato o come capire o scoprire le vere intenzioni di chi ci sta parlando. - Studio approfondito del passo perfetto nella giusta situazione, soprattutto per manager e professionisti. CURRICULUM VITAE IDA DECENVIRAL Autrice del libro "I Segreti della Voce" dal 2011, ha iniziato la sua carriera di corista in diversi programmi Rai. - Coach vocale dei vari personaggi dello spettacolo - Musicista diplomato al Conservatorio "Niccolo' Piccinni" di Bari

Esordisce come cantante professionista al Festival Internazionale della Valle d'Itria nel 1999 sotto la guida di Sergio Segalini nell'ambito della rassegna musicale dedicata a Kurt Weill e nello stesso periodo lavora come soprano nel coro dei Petruzzelli Teatro a Bari. Nel 2002 ha debuttato in una sit-com di 36 episodi insieme a Fabio e Mingo (Striscia la Notizia) come co-protagonista attrice-cantante. Da molti anni si occupa della preparazione vocale di attori televisivi e teatrali e di cantanti lirici, pop e musicali. Suoi allievi hanno partecipato a diverse rassegne nazionali tra cui "Amici" di Maria De Filippi, "Giulietta e Romeo" di Riccardo Cocciante, "Vi lascio una canzone" di Antonella Clerici e "Io Canto" di Roberto Cenci. Partecipa sempre come cantante al programma televisivo "David di Donatello" su Rai Uno dal 2005 al 2009 interpretando i grandi successi di Ennio Morricone con l'orchestra RAI, diretta dal M° Federico Capranica. Ha curato artisti come Enzo Iacchetti ne “IL VIZIETTO” con Marco Columbro, Simona Samarelli nota performer italiana, Moses protagonista de “10 COMENDAMENTI: IL MUSICAL”.

LA TECNICA DECENVIRAL IDA Gli stage tenuti dalla “Personal Trainer Vocale” Ida Decenvirale (accompagnatrice soprano e pianoforte) sono unici nel loro genere. Specializzato in acustica, grazie al biennio seguito presso il Conservatorio di Musica di Bari “N. Piccinni”, diplomato in canto lirico, utilizza la tecnica russa per risolvere problemi tecnici sulla vocalità. Dopo 15 anni di ricerca, sui principi scientifici della fonetica e dell'acustica "espressamente della vox humana", e un approfondito studio sulla grande tradizione culturale del canto italiano e sull'efficientissima tecnica russa, grazie al diploma di canto conseguito nel " Niccolò Piccinni", con la Prof. Ekaterina Koltcheva, offre a cantanti, attori, interpreti (bellerini-cantanti) e relatori radiotelevisivi, risposte vere, concrete e chiare, consentendo ai cantanti di "usare" la propria voce, senza travestirsi o imitare, ed essere stessi, mettendo a disposizione la sua personale esperienza di cantante-attrice. Inoltre, Ida Decenvirale ha un'attenta e minuziosa cura dell'intonazione come strumentista, e ciò ricade su un'analisi dettagliata della "frase musicale" e del "Phrasing", che accompagna sempre sia cantanti che strumentisti, e senza la quale diventa impossibile buona musica. Grazie ai corsi di tecnica vocale e interpretazione, seguiti con i Maestri Sergio Bertocchi, Antonella Muscente, Sergio Segalini, Paolo Ruggiero e tanti altri grandi artisti. Gli stage mirano al canto spontaneo, alla voce piena e libera, alla consapevolezza del "sostegno" diaframmatico, alla ricerca di un vibrato morbido e variabile, a seconda degli stili affrontati, mira a comprendere l'importanza dell'apnea, cioè il momento compreso. inspirazione ed espirazione, il momento in cui i bassi addominali si mettono in moto, gonfiando il ventre, e si preparano a sostenere il suono da intonare e offre un orientamento mai invasivo, ma basato sulle più recenti e avanzate tecniche di ricerca, sul suono, sul respiro e sulla parola, attraverso la scelta di un repertorio, sempre adeguato e alla propria sensibilità ed esigenza vocale.

Questo nuovo modo di rapportarsi alla tecnica vocale rispetta sempre le qualità vocali, il talento, la personalità, il temperamento, le aspirazioni e la sensibilità di ogni cantante e attore. Inoltre, questo tipo di tecnica permette di applicare gli stessi principi di respirazione e sostegno sia per il canto lirico che per il canto moderno, con l'unica e sostanziale differenza che, mentre per il canto lirico, verrà utilizzata un'apertura continua del cavo orale. ed omogeneo che permetterà al cantante di dosare il passaggio del respiro, attraverso una particolare inclinazione del palato molle, per il canto moderno sarà sostanziale ridurre l'apertura del cavo orale e gestire la fonetica, con un'articolazione del suono, attraverso la cavità orale, più dettagliato. Tutto questo senza fare il minimo sforzo e utilizzando solo l'apporto dei muscoli addominali, tipico della scuola russa che prevede la partecipazione "total body", per rendere il più naturale possibile la produzione, il percorso e l'emissione dell'aria. La tecnica russa si presta molto bene "dulcis in fundo" alla raffinata interpretazione italiana che può svolgere una doppia funzione anche nel campo musicale americano, che comunque ha sempre indirizzi e opere per emulare quello italiano.

WhatsApp Image 2022-02-17 at 14.16.41.jpeg
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram